È notte

AddThis Social Bookmark Button

auroraborealeE tutto tace, ci sono le stelle che illuminano il cielo…

ed io mi accorgo di quanto si può aderire alla Fonte seguendo solo il cuore, solo il cuore e così quello spruzzo di acqua diventa la vita, la vita.

Mi sono appoggiata nel guanciale e non ho aspettato che una voce chiamasse il mio nome per dirmi di addormentarmi, ma ho solo preso con me il caro bisbiglio di un eco, che solo la fede può manifestare.
E’ notte e ci sono lanterne accese sulle pianure, è notte e quelle parole che oggi ho scritto su un foglio, sono state le sillabe del mio respiro che forse pochi o molti, adesso stanno apprezzando come se io fossi con loro.

Mi apro, mi apro alla dolcezza di chi si pone il quesito di fare sempre del bene per gli altri, mi apro alla risposta che posso fare e fare solo con l’unione verso Colui che mi ha chiamata alla vita.
Non ho cercato passaporti perché non dovevo andare al di là di un confine, ma dovevo riempire solamente i cuori e come potevo farlo?

"Con le mani sopra questa tastiera di un computer, per continuare questa missione di scrittura che vuole essere il salto, il germoglio e poi arrivare, arrivare nelle mani più aride per ridare il senso di un pellegrinaggio."

Ho sofferto chinandomi su queste salite, ho sofferto per prendere questo compito con il peso di chi si sente sempre raggiunto da cadute, che in verità non accadono, perché è solo la mente che rovina il bello a volte.

Sono qui e sto respirando con un leggero affanno, mi hanno detto di essere forte, mi hanno detto di andare avanti per sbarazzarmi di quel tuono che rimbombava forte, mi hanno detto di proteggere il calore, il calore di chi crede ed io sono qui e dico: “Io credo.”
Forse in questo cielo stellato io vorrei volare e non tornare, forse, forse, ma ancora non è il mio tempo, ma è solo il tempo di richiamare a sé quelle emozioni che possono cambiare una giornata e forse anche più giorni.

Guardo e dico a questo cuore che è giunta l’ora di abbracciare ogni attimo, guardo e dico a questa notte che voglio vegliare e aspettare che possa arrivare il giorno, il giorno dove la paura non esiste, dove la rabbia è stata cancellata, dove tutto quello che ha fatto Dio possa essere un profumo che tutti possano sentire e amare come me adesso, come te, che come me ti sei messo in viaggio e hai pianto, gridando che ci fosse luce, luce in questo mondo (di Valentina Guiducci)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna